Chirurgia Flashcards Preview

Emergenze > Chirurgia > Flashcards

Flashcards in Chirurgia Deck (30):
1

Cause ileo meccanico

LUMINALI
Calcolo biliare
Fecaloma

PARIETALI
Stenosi congenita, infiammatoria (crohn, diverticolite), neoplastica, post chirurgica
Invaginazione

EXTRAPARIETALI
Briglie aderenziali
Ernie, laparocele
Volvolo
Pancreas anulare

SINTOMI
-Alvo chiuso
-Vomito
-Dolore (continuo piloro, colico tenue, meno importante colon)
-Distensione: soprattutto nelle occlusioni del colon ad ansa chiusa
-Febbre

COMPLICANZE
-Perforazione (cieco): pressione 70-100 mmHg, dilatazione 9-12 cm
- strangolamento e perforazione ischemica (es ernia strozzata)
-alterazioni idroelettrolitiche e acido base
-shock ipovolemico (sequestro intestinale, vomito)
-sepsi
-complicanze cardiocircolatorie e respiratorie

DIAGNOSI
Quadro clinico
Leucocitosi
Ematocrito aumentato
Alterazioni Na e K e acido base
Rx (importante): livelli idroaerei, dilatazione anse a monte
TC (da fare dopo): conferma, livello istruzione, causa
Clisma opaco (da fare dopo)
Ecografia
Endoscopia per occlusioni molto alte o basse, a volte ruolo terapeutico (rimozione corpi estranei, derotazione volvolo, decompressione)

2

Causa ileo paralitico

INTRADDOMINALI (+ tenue)
Intra peritoneali:
Laparotomia, peritonite, emoperitoneo, biloma, insufficienza mesenterica

Extra peritoneali:
Aneurisma aortico, frattura pelvica, pancreatite acuta, colica renale (dolore importante)

EXTRADDOMINALI (+stomaco e colon)
Broncopolmonite, infarto, danno neurologico
Alterazioni elettrolitiche (K, Na, Mg)
Metaboliche ( chetoacidosi, alcalosi, uremia)
Farmaci (narcotici, anticolinergici)

3

ischemia mesenterica: cause, gravita, stadi azione,

OCCLUSIVA
Embolia (cuore, aneurisma aorta)
Trombosi arteriosa acuta (su placca)
Arteriti

Trombosi venosa (ipertensione portale, sindromi mieloproliferative, sindrome anticorpo antifosfolipidi, neoplasie, lupus, contraccettivi orali, ipercoagulabilità congenita)

NON OCCLUSIVA
Bassa gittata (insufficienza cardiaca acuta, shock)
Più facile se c'è aterosclerosi di base

MISTA
Briglie
Ernie, laparocele
volvolo
Invaginazione

CAUSE GRAVITÀ
Rapidità sviluppo (aterosclerosi vs embolia)
Grado ostruzione
Sede
Durata

QUADRO CLINICO
-Fase1: dolore acuto, scarsa obiettività, nausea e vomito (prima alimentare e poi biliare), iperperistaltismo (diarrea acquosa, raramente ematica)

-Fase2: ileo paralitico (necrosi transmurale), dolore meno intenso, vomito incoercibile (squilibri Idroelettrolitici), ipotensione, shock

-Fase3: peritonite. Agitazione psicomotoria prima e coma dopo

DIAGNOSI
Anamnesi: anziani, cardiopatici
Esame obiettivo
Leucocitosi, LDH, enzimi vari
RX diretto
Eco+doppler per le forme croniche
TC (fasi iniziali poco sensibile)
Angiografia (gold standard, ruolo diagnostico e terapeutico)
Endoscopia (per la colite ischemica)
Laparotomia diagnostica

TERAPIA
Monitoraggio (parametri vitali, diuresi)
Sondino naso gastrico (decompressione)
Antibiotici (le anse si infettano)
Stabilizzazione idroelettrolitica
Eparina
Angioplastica, stent, embolectomia
Laparotomia (se segni di peritonite o perforazione)

4

Emorragie digestive superiori: cause, sintomi, rischio, trattamento, recidive

CAUSE
Ulcera peptica gastrica o duodenale (FANS, helicobacter, IRC, alcool)
-Varici esofagee (o gastriche)
-sindrome di malory weiss (alcolizzati)
-Esofagite e ulcere esofagee
-Gastrite
-Neoplasie (carcinomi, gist, linfomi, emangiomi)
-corpi estranei

-Emobilia (complicanza litiasi, neoplasie biliari, trauma fegato, iatrogena)
-Fistole aortoduodenali

SINTOMI
Ematemesi
Melena
Ematochezia (se transito molto rapido)
Dolore, dispepsia
Sintomi emodinamici

RISCHIO
Età
Sintomi di shock (ipotensione, tachicardia)
Comorbidità (IR, epatica, neoplasie, cardiopatie)

TRATTAMENTO
-Stabilizzazione emodinamica
-Endoscopia: adrenalina, sostanze sclarosanti, colla di fibrina, elettro/foto/termo coagulazione, clip metalliche, legatura con elastici
-Farmaci: inibitori di pompa per le ulcere
-chirurgia (se emorragia grave e persistente, fallimento emostasi, perforazione o ostruzione, ospedalizzazioni ricorrenti): vagotomia superselettiva e legatura vascolare

RECIDIVE
Alto rischio: sanguinamento attivo, vaso visibile, coagulo
Basso rischio: area pigmentata Piana, fondo deterso fibrinoso

5

Emorragie digestive inferiori: classificazione, cause, sintomi, diagnosi/terapia

CLASSIFICAZIONE
Acute: -3 giorni, alterazioni emodinamiche o necessità di trasfusioni
Croniche

Sanguinamento massivo, moderato, occulto

CAUSE
Malformazioni aterovenose
Diverticolosi (+FANS, anticoagulanti, età)
Ulcerazione diverticolo di meckel
RCU, Crohn, colite infettiva, da radiazioni
Ischemia intestinale
Neoplasie
Emorroidi, ragadi

Varici intestinali (ipertensione portale)

SINTOMI
Enterorragia, ematochezie, rettoragia +/- coaguli
Alterazioni emodinamiche se massiva
Anemizzazione
Dolore addominale
Febbre (es coliti)

DIAGNOSI/TRATTAMENTO
-Stabilizzazione emodinamica se necessaria
-Anamnesi: possibili cause e sintomi
-Esame obbiettivo
-Sodino naso gastrico (per escludere emorragia superiore)
-Arteriografia (per sanguinamenti massivi). Permette eventuale embolizzazione superselettiva con spirali
-TC
-Colonscopia (non massivo). permette anche emostasi in qualche caso
-Videocapsula
-Scintigrafia
-Terapia medica (es RCU, Crohn)
-Chirurgia (insuccesso di altre procedure o se la causa sconosciuta)

6

Cause perforazione viscerale

Appendicite
Colecistite
Diverticolite
Ernia strozzata
Crohn
Occlusione intestinale a valvola chiusa
Neoplasie
Ischemia intestinale
Ulcera peptica

7

Ernie: classificazione, cause predisponenti e determinanti, anatomia patologica, aggettivi, complicanze

CLASSIFICAZIONE
Congenite-acquisite
Interne-esterne

CAUSE PREDISPONENTI
Lassità tessuti (età, genetica)
Dimagrimento
Incompleta maturazione (sotto peritoneo-vaginale, cicatrice ombelicale)
Sesso maschile (inguinale)
Sesso femminile (crurale, per forma del bacino)
CAUSE SCATENANTI
Aumento pressione (pianto, tosse, stipsi, sforzi, ascite, gravidanza)

AMATOMIA
Porta, tragitto, sacco (colletto, corpo, fondo), contenuto (intestino, omento, tessuto adiposo ecc)
Stigmate di cloquet

AGGETTIVI
-Irriducibili: enorme volume, incarceramento (aderenze), strozzamento
-incontenibile: se fuoriesce in ortostatismo dopo riduzione

COMPLICANZE
-Incarceramento
-Infiammazione: acuta (rara) o cronica, da trauma o da infezione
-Intasamento: determina ileo meccanico (più frequente nel colon)
-Strozzamento: porta erniaria stretta e anaelastica, aumento pressione improvvisa. Determina ileo meccanico e/o gangrena

8

Ernie inguinale

CANALE
-Superiore: tendine congiunto (obliquo interno e trasverso)
-Inferiore: l. Inguinale
-Anteriore: aponeurosi obliquo esterno
-Posteriore: fascia trasversalis
-Anello inguinale interno (rinforzato da Trasverso e O. interno)
-Anello inguinale esterno (pilastri costituiti da AMOE)

FUNICOLO SPERMATICO
-Fascia spermatica interna (fascia trasversalis)
-Muscolo cremastere (obliquo interno)
- Dotto deferente, arteria deferenziale, arteria spermatica interna ed esterna, plesso pampiniforme, nervi

DESCRIZIONE PLICHE E FOSSETTE

CLASSIFICAZIONE
-Obliqua esterna: punta d'enria, ernia interstiziale, bubbonocele, ernia inguino scrotale
-O.E. Congenita: ernia del funicolo, encistica, inguino scrotale

DD
-Ernia obliqua interna, esterna, diretta: direzione dell'impulso durante l'esplorazione
-Idrocele
-Varicocele
-Neoplasie
-Ernia crurale

9

Classificazione trauma epatico

MORFOLOGICA
I

Ematoma -10%

Lacerazione -1cm

II

Ematoma 10-50% o -10cm

Lacerazione 1-3 cm profondità o -10 cm lunghezza

III

Ematoma >50% o >10 cm o rotto

Lacerazione >3cm

IV

Lacerazione 25-75% di un lobo o 1-3 segmenti di un lobo

V

Lacerazione >75% o >3 segmenti di un lobo

Lesione vene iuxtaepatiche

Avulsione epatica

CALNE
1 capsula, osservazione
2 parenchima, emostasi
3 emorragia per lesione vene o arterie intra epatiche, shock
4 lesione cavale o sovraepatiche

10

Classificazione lesioni milza

I
E. -10%
L. -1cm

II
E.10-15% o 1-5 cm
L.1-3 cm

III
E. >50% o >5
L. >3 cm o vasi trabecolari

IV
Vasi segmentari o ilari

V
Rottura completa
Lesione ilare e devascolarizzazione milza

11

DD appendicite
Segni
Complicanze

Pre scolare
-intussuscessione
-gastroenterite
-meckel

SCOLARE
-gastroenterite
-stipsi

GIOVANI
-crohn, RCU
-infezioni urinarie
-epididimite
-PID, gravidanza ectopica, torsione o rottura di cisti ovarica

ADULTI-ANZIANI
-neoplasie
-diverticolite
-ulcera perforata
-colecistite

SEGNI
Blumberg nel punto di mcburney
Rovsing
Psoas (estensione coscia in decubito laterale sinistro)
Ottiratorio (rotazione interna coscia)
Urlo del douglas (dolore all'EDAR)

COMPLICANZE
Perforazione con peritonite localizzata o diffusa
Ascesso addominale
Ascesso epatico
Ileo
Sepsi
Pileflebite

12

Gradi emorroidi

I
All'interno del canale anale

II
Fuoriescono durante il ponzamento

III
Prolissano e devono essere riportate in sede manualmente

IV
Stabilmente prolassate e irriducibili

SINTOMI
Peso anale, senso di evacuazione incompleta
Prurito, ano umido, sanguinamento
Dolore se trombizza

TERAPIA
Trattamento stipsi
Legatura, sclerosi (I, II, III iniziale)
Emorroidectomia
Emorroidopessi (con suturatrice circolare secondo Longo)

13

Pancreatite acuta

CAUSE
Litiasi, alcolismo, ERCP, interventi, ipercalcemia, displipidemie, pancreas divisum, ereditarie, parotite, idiopatiche

TIPI
Edematosa, necrotica, PANE

QUADRO
Dolore, nausea e vomito
Ittero
Ileo paralitico!!!
Contrattura di difesa (non preoce)
Tachicardia, ipotensione (prognosi negativa)
Febbre (a volte)

Posizione antalgica
Addome trattabile all'inizio
Segno di grey turner e di cullen
Massa palpabile

Iperamilasemia
Iperlipidemia
Leucocitosi
Ipocalcemia

Shock
Emorragia
Tetania
Pseudocisti, ascesso
Pseudoaneurisma

14

Carcinoma pancreas

5 anni 5%
CLINICA
Sintomi precoci rari o assenti
Ittero
Calo ponderale
Vomito gastrico o biliopancreatico
Pancreatite
Dolore irradiato posteriormente (infiltrazione plessi nervosi)
Ipertensione portale distrettuale, ematemesi e melena (corpo coda)

RISCHIO
Età, familiarità, fumo(x5), caffè, pancreatite cronica calcifica(x16)

DISGNOSI
Eco, TC, RM (wirsung), PET (recidive), Ecoendoscopia, biopsia , CA 19.9 (follow up)

INOPERABILE (80%) SE
Metastasi
Infiltrazioni vasi mesenterici
Localmente avanzato (elevate dimensioni, ittero, vomito, pancreatite acuta)

TERAPIA
Radicale: duodenocefalopancreasectomia, resezione corpo-coda
CT-RT neo adiuvante e adiuvante (folfirinox, gemcitabina, erlotinib)

Palliativa:
doppia protesi (coledoco-wirsung)
Stent duodenale
Bypass biliodigiunale e gastrodigiunale

Termo ablazione con radiofrequenza

15

valori pressori ipertensione portale

Normale 11-15
Ipertensione 20-25
Vene sovraepatiche 3-8

Pressione differenziale ad alto rischio di sanguinamento 12

TRATTAMENTO IN EMERGENZA
Infusione sangue e plasma expander (solo se emoglobina sotto 8)
Sondino nasogastrico
Intubare (anche solo per prevenire l'ab ingestis)
Endoscopia in urgenza: legatura
Sonda di sengstaken con palloncino di ancoraggio cardiale e palloncino esofageo. Non tenere oltre 6-8 ore

PREVENZIONE RECIDIVA
B-bloccanti
Tecniche di derivazione chirurgica o TIPS
Trapianto di fegato

16

Trauma toracicoo

CAUSE: incidenti stradali, lavoro, sport, violenza, armi da fuoco o bianche

APERTO-CHIUSO

LESIONI PARIETALI:
Ematomi, ecchimosi
Fratture costali (diretto, indiretto): lembo parietale, pnx secondario, emotorace, enfisema sottocutaneo.
Fratture sternali.

ENDOTORACICHE
Commozione.

Contusione polmonare: ematoma polmonare, emoftoe, dispnea, dolore.

Lacerazione polmonare, rottura pleuropolmonare: emo-pnx, enfisema.

Rottura tracheobronchiale: pnx iperteso (dispnea ingravescente, dolore, turgore giugulari), pneumomediastino (enfisema diffuso collo-arti-tronco, difficoltà al deflusso venoso brachiocefalico)

Rottura del diaframma: emo-Pnx, ernia diaframmatica post traumatica

TRATTAMENTO
Stabilizzazione emodinamica
Se aperto chirurgia
Se chiuso valutazione->Rx,TC-> drenaggio pleurico, chirurgia per lacerazioni importanti ecc

17

Acalasia

3 inferiore
Incompleto rilasciamento LES
Aumento tono
Dilatazione esofago (a fiasco, fusiforme, sigmoideo)

SINTOMI
Disfagia paradossa
Rigurgito
Calo ponderale
Dolore toracico (soprattutto all'inizio)
Alitosi
Anemia

COMPLICANZE
Ab ingestis
K squamoso
rottura esofagea

DIAGNOSI
Rx torace
Endoscopia
Manometria (all'inizio)
Biopsia

TRATTAMENTO
Dilatazione endoscopica pneumatica (palloncini)

Miotomia chirurgica+plastica per reflusso

18

Diverticoli esofagei

TIPI
Pulsione
Trazione (es linfoadenopatie)

ZENKER
Di solito secondario a i coordinazione faringoesofagea, con aumento di pressione sopra l'UES (triangolo di killian)
Origina posteriormente e si porta lateralmente (di solito SX) per il rachide

Parete formata da mucosa e sottomucosa

SINTOMI
Disfagia (compressione esofago), rigurgito, tosse, calo ponderale, compressione nervi( disfonia, sincope, miosi)

COMPLICANZE
Ab ingestis, perforazione, sanguinamento

DIAGNOSI
Rx con pasto baritato
Attenzione all'endoscopia
X3 nei maschi

TERAPIA
Diverticolectomia, diverticolopessi


MEDIOTORACICI
1)Congeniti

2) Da trazione (i più frequenti, secondari a linfoadenopatie es tubercolare). Forma triangolare, piccoli, parete muscolare

3) da pulsione. Secondari a dismotilità esofagea

COMPLICANZE
Infiammazione e perforazione
DIAGNOSI: Rx endoscopia

EPIFRENICI
Ultimi 10 cm di esofago toracico
Da pulsione
Secondario a dismotilità esofagea, ernia iatale

SINTOMI
Di solito asintomatici, a volte pirosi, singhiozzo, disfagia, alitosi, dolore toracico

COMPLICANZE
Sanguinamento

DIAGNOSI Rx endoscopia

TERAPIA
Trattamento causa
A volte resezione

19

MRGE

1 episodio a settimana

FATTORI RISCHIO
Obesità, fumo di sigaretta, età, alcool.
Ernia iatale
Condizioni che determinano aumenti di pressione addominale

Fattori lesivi vs fattori protettivi

SINTOMI
-Pirosi, rigurgito acido
-Dolore retrosternale, eruttazioni, scialorrea, disfagia, odinofagia.
-sintomi respiratori: asma, bronchiti, fibrosi
-sintomi ORL: raucedine, tosse, faringite,'otite, sinusite

COMPLICANZE
-Stenosi (disfagia ingravescente)
-Emorragia (occulta o manifesta)
-Perforazione
-Barret (biopsia ogni 3 anni, 1 se displasia basso grado, chirurgia se alto grado)

DIAGNOSI
Clinica, ex adiuvantibus
Endoscopia
Phmetria

LOS ANGELES
A: -5 mm
B: +5 mm
C: Lesione che coinvolge più di due pliche mucose
D: +75% della circonferenza

TERAPIA
Modifiche comportamentali
Inibitori pompa
ranitidina
Plastica antireflusso

20

Diverticoli duodenali

Più frequenti dopo il colon

Prevalentemente da PULSIONE (mucosa-sottomucosa)

Raro sotto i 40 anni

90% a 2-5 cm dall'ampolla di Vater

SINTOMI
1% dei diverticoli.
Dolore postprandiale, dispepsia

COMPLICANZE
Diverticolite
Sanguinamento
Perforazione (ascesso retroperitoneale)
Ittero ostruttivo
Pancreatite acuta
Fistola (colon, colecisti)

TRATTAMENTO
Solo se sintomi gravi e persistenti o per complicanze

21

Ulcera peptica cause e complicanze

Helicobacter pylori
FANS
Alcool,fumo

Reflusso (esofago)

Sindrome zolliger ellison (digiuno)

SQUILIBRIO FATTORI PROTETTIVI (bicarbonati) E AGGRESSIVI (Hcl, bile)

SINTOMI
Dolore (precoce o tardivo post prandiale) che spesso sveglia il paziente,
Calo ponderale,
Anemizzazione,
A volte vomito (spasmo piloro)

DD ULCERE NEOPLASTICHE
Piccola curvatura, vicino al piloro,
-2cm,
Contorni regolari e non rilevati

COMPLICANZE
Perforazione: peritonite chimica e poi settica (90% delle ulcere duodenali si trova nella parete anteriore del bulbo duodenale)

Emorragia occulta o manifesta (nello stomaco recidivano il triplo)

Stenosi prima funzionale (spasmo) e poi organica (sclerosi): dispepsia, vomito, calo ponderale.

22

Ernia crurale

CANALE
Sup: legamento inguinale

Inf: pettinerò e legamento di Cooper

Med: legamento lacunare di gibernaut

Lat: vena femorale

LACUNE
Linfatica, vascolare, muscolare

SINTOMI
Dolore al di sotto del legamento inguinale,
Aumenta con gli sforzi e la stazione eretta e si riduce in posizione supina con gamba flessa

DD
Spesso è impossibile differenziare l'erba strozzata da una linfadenite crurale acuta. L'intervento si fa

23

Peritonite: classificazione, cause, fisiopatologia, clinica, diagnosi, complicanze, terapia

CLASSIFICAZIONE
Primitiva-Secondaria
Diffusa-circoscritta
Acuta-cronica

CAUSE
-Settica:
Infezione viscere
Perforazione viscere
Deiescenza anastomosi
Interventi chirurgici
Ischemia intestinale
Trauma

-Chimica:
Coleperitoneo (iatrogeno, deiescenza, trauma)
Succhi gastrici o pancreatici (ulcera, deiescenza, trauma, pancreatite)
Uroperitoneo (trauma, iatrogeno, deiescenza)
Emoperitoneo (traumi viscerali o vascolari, rottura aneurisma, milza, pancreatite, gravidanza extrauterina, corpo luteo)

FISIOPATOLOGIA
Flogosi, iperemia, essudato fibrinoso, purulento, emorragico, formazione di sepimenti.
(Settiche) passaggio in circolo di endotossina con produzione di citochine infiammatorie-> shock settico
Ileo paralitico-> ipovolemia

CLINICA
Dolore (spontaneo e alla palpazione)
Distensione, rigidità, ipomobilità addome
Difesa addominale
Ileo paralitico (vomito, alvo)
Alterazione emodinamiche (shock)
Agitazione o sopore
Febbre (l'ipotermia è infausta)

DIAGNOSI
Anamnesi (interventi, patologie ecc)
Quadro clinico
Blumberg, EDAR, segni di perforazione
Esami ematochimici: ematocrito elevato, leucocitosi, alterazioni epatiche e renali, iperglicemia, alterazioni elettrolitiche
Microbiologici: sangue, urina, essudato
Rx diretto, ecografia, TC

COMPLICANZE
-Acute: shock settico-ipovolemico, MOF
-Tardive: ascessi addominali, fistole, aderenze, occlusioni tubariche

TERAPIA
Stabilizzazione emodinamica, elettrolitica, acido-base
Antibiotici
Chirurgia: correzione della causa, toilette peritoneale, drenaggio peritoneo (tubi, zaffi)

24

Ascessi endoaddominali

CAUSE
Appendicite, ulcera perforata, Diverticolite, colecistite, Crohn, traumi penetranti, interventi, Peritonite.
Rara via ematica

SEDI
-Subfrenici: (tende a diffondere verso la pleura), rappresenta quasi sempre una comica zia della peritonite

sottoepatici,
-Retro cavità degli epiploon (fistole con stomaco, colon),
-docce parietocoliche,
-fosse iliache,
-Pelvici: peritonite, Diverticolite, appendicite, annessite, perforazione visceri pelvici

SINTOMI
Dolore addominale spontaneo e provocato,
reazione di difesa (non sempre),
Febbre,
Ileo paralitico.

DIAGNOSI
Leucocitosi, VES.
Rx (livelli idroaerei extraintestinali),
Ecografia,
TC.
Scintigrafia

TERAPIA
Drenaggio chirurgico o per cutaneo (eco o TC guidato)

25

Cisti da echinococco

STRATI
Esterno-pericistio
Intermedio-chitinoso
Interno-germinativo

SINTOMI
Massa palpabile
Fegato strabordante
Dolore intenso e continuo
Reazioni allergiche

DISGNOSI
Anamnesi (zone endemiche).
Rx, ecografia,TC.
Test sierologici.

COMPLICANZE
Peritonite, shock anafilattico,disseminazione in peritoneo

Ittero ostruttivo, colangite, ascesso epatico

Erosione diaframma e pleura, fistola broncobiliare



26

Complicanze diverticolo di meckel

Enterorragia e shock ipovolemico

Occlusione intestinale: volvolo o invaginazione

Diverticolite

Perforazione: per ulcera o Diverticolite

Ernia di littre

27

Diverticolite complicanze

Perforazione->pneumoperitoneo, peritonite settica

Ascesso: complicanze più frequente della perforazione, anche microscopica

Fistolizzazione: risultato del drenaggio di un ascesso.
Vescica, vagina, cute, colon, ileo.

Occlusione intestinale: stenosi infiammatoria

Emorragia: sangue rosso scuro, di solito rende ad autolimitarsi ma a recidivare

28

Ascesso anale

90% criptoghiandolare (desfosses e Hermann)

A volte crohn, carcinomi, tubercolosi

1) perianale: dolore e tumefazione perianale

2) ischio rettale (se attraversa lo sfintere esterno): dolore ai glutei

3) pelvi-rettale (superiormente al muscolo elevatore dell'ano): dolore profondo irradiato ai glutei e disuria

4) ascesso intersfinterico: nessuna tumefazione, dolore lancinante all'EDAR

EVOLUZIONI
Flemmone necrotizzante

Fistola anale: intersfinterica (70%), transfinterica ( 25%), soprasfinterica, extrasfinterica (orifizio interno nel retto e non nell'ano)

DIAGNOSI
Ispezione esterna,
EDAR (se il dolore lo permette),
Anoscopia,
Ecografia (per le fistole si inietta acqua ossigenata), RM.

TERAPIA
Drenaggio negli ascessi (rettale o cutaneo)
Fistulotomia (apertura, pulizia e guarigione per seconda intenzione)



29

Corpi estranei

Accidentale: bambini 6 mesi3 anni
Intenzionale: carcerati (SIC!), pazienti psichiatrici

80-90%: nessun problema
10-20%: rimozione endoscopica
-1%: perforazione e intervento chirurgico

TIPI:
Giocattoli, piccoli oggetti, monetine, , materiale di protesi odontoiatriche, frammenti di vetro

Bezoari: tricobezoari, fitobezoari (es semi di fichi d'India)

Oggetti potenzialmente tossici: batterie, mercurio. Rimuovere precocemente

FORMA
Rotondeggiante
Con punte aguzze
Lunghi e sottili

ITER
Rx torace addome: 90% sono radiopachi

Endoscopia (30% in urgenza)

ARRESTO IN ESOFAGO
Restringimenti cricofaringeo, aortico, diaframmatico.

Dolore, scialorrea, disfagia
A volte compressione laringea con insufficienza respiratoria o polmonite ab ingestis.

Rx in bianco o con gastrografin (iodato),
Endoscopia per diagnosi e terapia (si può spingere in stomaco)

Complicanze: perforazione esofagea con: flemmoni del collo, fistole mediastiniche (mediastinite, febbre, disfagia, enfisema sottocutaneo), sepsi

STOMACO
95% viene espulso con le feci (4gg-4stt)

Complicanze 1%: ileo meccanico o perforazione (peritonite, flemmone retroperitoneale, fistola digestiva).
Piloro, treiz, valvola ileocecale

Iter: Rx per documentare la progressione (ogni 2 gg per oggetto lunghi o appuntiti),
Asportazione endoscopica per oggetti rotondeggianti +5(2)cm o sottili +10(3)cm o tossici o bezoari.

Intervento se: dolore, vomito, emorragia, febbre, peritonite o occlusione, mancata progressione all'rx per più di 3 gg

RETTALE
Ultima fase dopo 4-6g,
Introduzione anale.

Corpi voluminosi o appuntiti: rimozione endoscopica, divulsione anale con anestesia spinale o narcosi.
Raramente intervento

30

Tumore retto

Resezione transanale: early o palliativo per la canalizzazione e non rimuovere l'ano

Rimozione totale mesoretto

Nerve sparing: NIM (ricerca i nervi)

PNE: pacemaker che stimola lo sfintere anale in caso di danno

PTNS: stimola il nervo tibiale posteriore

5cm dalla rima anale ok, 2 cm dipende dalla adiuvante

Importante CT/RT

Stadi azione con ecografia/RM transrettale