Igiene - Lezione 2 - Misure in Epidemiologia Flashcards Preview

Igiene e Sanità Pubblica > Igiene - Lezione 2 - Misure in Epidemiologia > Flashcards

Flashcards in Igiene - Lezione 2 - Misure in Epidemiologia Deck (31):
1

Quali sono le misure di frequenza degli eventi sanitari?

Frequenze
Rapporti A/B
Proporzioni [A / (A+B)]
Tassi [A / (A+B)] * tempo

Rapporti e proporzioni sono misure statistiche, i tassi sono misure dinamiche.

2

Frequenza assoluta

Numero di eventi

3

Proporzione

Esprime una grandezza relativa in termini percentuali
[A / (A+B)]
il numeratore è contenuto del denominatore

4

Rapporto

Fornisce un'idea di quante volte una categoria è più (o meno) frequente rispetto ad un'altra.
A/B
numeratore e denominatore sono indipendenti

5

Tasso

T = [ N(t) / P ]* K
Numero di eventi nel tempo fratto popolazione a rischio per una costante.

Può essere: grezzo, specifico o standardizzato.

6

Tasso grezzo

Riguarda tutti i casi in tutta la popolazione.

7

Tasso specifico

Riguarda singoli casi in una parte della popolazione.

8

Tasso standardizzato

Tasso (grezzo o specifico) sottoposto a correzione statistica per renderlo confrontabile con altri tassi.
Es: tasso di mortalità standardizzato per l'età.

9

Mortalità infantile

(N. decessi in un anno di bambini <1anno / n°nati vivi nello stesso anno) *K

10

Mortalità neonatale

(N. decessi in un anno di bambini < 1 mese / n°nati vivi nello stesso anno) * K

11

Letalità

N. decessi negli affetti / totale affetti *K

12

Prevalenza

N° eventi in un periodo di tempo.
N / Popolazione media
Può essere:
- Puntuale (istantanea)
- Periodale

13

Incidenza

N° di nuovi eventi in un determinato periodo in una popolazione a rischio.
Nuovi ev / P a rischio
Si esprime come:
casi incidenti
incidenza cumulativa
tasso di incidenza (o densità di incidenza)

14

Prevalenza puntuale

N° casi di malattia in un istante *K / popolazione totale in quell'istante

15

Prevalenza periodale

N° casi di malattia in un periodo *K / popolazione totale in quel periodo

16

Casi incidenti

Numero di nuove diagnosi in un intervallo di tempo.

17

Incidenza cumulativa

(N° nuovi casi osservati in un periodo / popolazione a rischio presente all'inizio del periodo) *K

18

Tasso d'incidenza o densità d'incidenza

Si usa quando il periodo di osservazione non è uguale per tutti i soggetti e/o quando la malattia può ripresentarsi più volte.
I = numero di nuovi casi nel tempo t * K / persone/tempo a rischio
Il denominatore è la somma di tutte le unità di tempo di osservazione (mesi/anni) di tutti i soggetti.

19

Funzioni dell'incidenza

Misura utilizzata per:

1) evidenziare tutti i nuovi casi che compaiono in una popolazione nel tempo

2) analizzare la velocità di comparsa o di diffusione di una malattia in una popolazione a rischio

3) individuare il rischio o la probabilità di contrarre la malattia.

20

Cause di aumento della prevalenza

Aumento dell'incidenza
Riduzione del numero di soggetti che guariscono o muoiono

21

Cause di riduzione della prevalenza

Diminuzione dell'incidenza (prevenzione)
Aumento del numero di soggetti che guariscono o muoiono (miglioramento terapie)

22

Relazione P-I

P = I * d
d = durata della malattia
Breve durata: P=I
Lunga durata P >I

23

Standardizzazione

Consente di confrontare due popolazioni diverse utilizzando una sola misura. Ci si riferisce a una popolazione standard, anche fittizia, utilizzata per correggere i tassi calcolati nelle popolazioni reali.

La standardizzazione può essere:

Diretta

Indiretta

24

Standardizzazione diretta

Quale sarebbe il tasso se la popolazione in esame avesse la stessa struttura della popolazione di riferimento?

25

Standardizzazione indiretta

Quale sarebbe il tasso se la mortalità (o I) avesse la stessa grandezza di quella osservata in una popolazione di riferimento?

26

Fasi del metodo epidemiologico

3 fasi:
1) epidemiologia descrittiva

2) epidemiologia analitica

3) epidemiologia sperimentale

1) e 2) sono osservazionali, 3) è sperimentale.

27

Epidemiologia descrittiva

Descrive correttamente eventi significativi. Raccoglie, sintetizza e descrive i dati.

Domande: chi? dove? quando?

Consente di formulare ipotesi su relazioni causa-effetto.

Chi = età, sesso, stato civile, occupazione, stato socio-economico, stato immunitario...
Dove = ambiente fisico, sociale, stile di vita
Quando= trend temporali, variazioni stagionali o poliennali.

28

Epidemiologia analitica

Valuta i risultati di studi analitici.

Q: perché?

Conferma o smentisce le ipotesi formulate.

29

Epidemiologia sperimentale

Q: funziona?

Valuta l'efficacia di interventi sanitari (preventivi e terapeutici).

30

Morbilità

Numero di giornate lavorative perse / totale giornate lavorative

31

Tasso di Morbosità (morbidity)

Affetti da una patologia in un anno / popolazione a metà anno